VINITALY, PRESENTATO “SÌ, MENTO” IGT, NUOVA INTERPRETAZIONE DELLA VALPOLICELLA RIVOLTA AI GIOVANI

VINITALY, PRESENTATO “SÌ, MENTO” IGT, NUOVA INTERPRETAZIONE DELLA VALPOLICELLA RIVOLTA AI GIOVANI

Destinazione Millennial (nati tra il 1980 e il 1994) e generazione Z (nati dal 1995-2010 in poi). Sempre attenti alle innovazioni e curiosi, sono loro il futuro, ed è evidente la tendenza di mercato nata alcuni anni fa negli Stati Uniti tra i giovani, diffusasi poi in Nord Europa ma anche in Italia, verso vini morbidi e già pronti da bere.

Aloro guarda “Sì, Mento” Igt (Indicazione geografica tipica) 2019, prodotto con uve di Corvina e Corvinone, 13 gradi e un residuo zuccherino di 12 g/l, proposto al pubblico al prezzo di 4/5 euro. “Vogliamo offrire una nuova interpretazione della Valpolicella, una denominazione veronese che dà vini di grande struttura, ma che può dare anche vini di qualità semplici da bere, in ogni occasione e luogo. Per questo abbiamo creato un blend rosso morbido, elegante, di facile beva, destinato al grande pubblico ma soprattutto ai giovani”. A dirlo è Daniele Accordini, dg ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar (VR), che in occasione di Vinitaly 2022 ha presentato 4 nuove etichette. “In questo vino il frutto spicca sopra tutte le altre caratteristiche e il tannino è mitigato da un residuo zuccherino superiore alla media, senza per questo entrare nella categoria dei vini dolci. La morbidezza rende possibile un consumo a temperature più basse, per cui può essere classificato nella gamma “frosted wine”, ovvero rosso, fresco e da aperitivo”, continua Accordini.


Assieme a “Si, Mento”, sempre la Cantina Negrar – una bella realtà cooperativa che conta 244 soci per oltre 700 ettari di vigneti ubicati in prevalenza nelle colline della Valpolicella Classica e poi nelle altre zone veronesi Doc, impegnata ad ampliare la ricerca dell’espressione territoriale -, ha presentato per la linea premium Domìni Veneti tre nuovi cru bianche prodotti nelle Uga (Unità geografiche aggiuntive) del Soave classico. Coste 2021, molto minerale, fresco, fruttato; Foscarino 2021 (30 per cento affinato in barrique), Castellaro 2020 Classico Superiore (50 per cento affinato in barrique).

Share:

Pubblicazione1

Related Posts

22 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELLA BIODVERSITA’

22 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELLA BIODVERSITA’

CRISTIANO FINI È IL NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE DI CIA-AGRICOLTORI ITALIANI, SUCCEDE A DINO SCANAVINO

CRISTIANO FINI È IL NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE DI CIA-AGRICOLTORI ITALIANI, SUCCEDE A DINO SCANAVINO

ALBINO ARMANI RICONFERMATO ALLA GUIDA DEL CONSORZIO TUTELA VINI DOC DELLE VENEZIE

ALBINO ARMANI RICONFERMATO ALLA GUIDA DEL CONSORZIO TUTELA VINI DOC DELLE VENEZIE

20 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELLE API, CURIOSITÀ E NUMERI…

20 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELLE API, CURIOSITÀ E NUMERI…

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Green Telling Channel

GREEN TELLING CHANNEL

 

Meteo