CEREALI, GUERRA IN UCRAINA, AZIENDE A RISCHIO PER IL RINCARO DEI COSTI

CEREALI, GUERRA IN UCRAINA, AZIENDE A RISCHIO PER IL RINCARO DEI COSTI

Come si prevede la produzione mondiale dei cereali, quali le aspettative per il prossimo anno e l’andamento dei prezzi internazionali? La XV edizione dell’evento “Romacereali” ha proposto alcuni scenari. Vediamoli.
Il quadro è certamente dominato dall’incertezza, con una proiezione di riduzione della produzione mondiale di frumento dell’1.6%, che determina una diminuzione complessiva degli stock disponibili a fine campagna del 4%. Anche la produzione di mais mondiale registra un decremento del 2.5%, con una conseguente calo degli stock del 5%. Queste evoluzioni hanno portato un aumento dei prezzi più che proporzionale sui mercati internazionali con valori, nell’ultimo periodo, superiori al +24%.
E l’Italia? Le proiezioni sono del CREA, che ha messo in evidenza i numeri positivi della nostra filiera di settore, che a fronte di 3 miliardi di importazione di cereali, esporta 6,5 miliardi di euro di suoi trasformati e derivati.
La guerra in Ucraina ha determinato un’impennata dei costi di produzione, dagli energetici ai fertilizzanti e i dati della RICA (Rete d’Informazione Contabile Agricola, gestita dal CREA Politiche e Bioeconomia, fonte ufficiale UE, che monitora il reddito e le attività delle imprese) mostrano un incremento medio aziendale del 60%, con il rischio di far uscire una azienda su 10 dal circuito produttivo.
In particolare, per il settore cerealicolo, c’è stato un incremento dei costi di produzioni tra 17.000-20.000 €, aggravando un quadro di struttura dei costi di produzioni aziendali pari o leggermente superiori alle remunerazioni dei prodotti. Il sostegno del I° pilastro della PAC aiuta a compensare questo squilibrio, ma le riforme degli aiuti accoppiati attualmente in discussione, potrebbero compromettere le rendite attese. Gli effetti della guerra e della crisi energetica sul comparto, quindi, si traduce nelle stime in un valore aggiunto negativo per la maggior parte delle imprese. In UE si è varato un primo pacchetto di aiuti alle imprese più in difficoltà, ma con un budget molto limitato.

Share:

Pubblicazione1

Related Posts

BRODETTO, VINO, CULTURA E SOLIDARIETÀ DAL MOLISE CHE NON TI ASPETTI

BRODETTO, VINO, CULTURA E SOLIDARIETÀ DAL MOLISE CHE NON TI ASPETTI

PIÙ FRUTTA E VERDURA? SI, E IL 73% DISPOSTO A PAGARE DI PIÙ

PIÙ FRUTTA E VERDURA? SI, E IL 73% DISPOSTO A PAGARE DI PIÙ

VERONAFIERE, DOPO 25 ANNI GIOVANNI MANTOVANI LASCIA LA DIREZIONE GENERALE, MA…

VERONAFIERE, DOPO 25 ANNI GIOVANNI MANTOVANI LASCIA LA DIREZIONE GENERALE, MA…

MACCHINE AGRICOLE 2021 BENE, MA LA GUERRA INCOMBE ANCHE SUI TRATTORI. I NUMERI, GLI SCENARI

MACCHINE AGRICOLE 2021 BENE, MA LA GUERRA INCOMBE ANCHE SUI TRATTORI. I NUMERI, GLI SCENARI

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Green Telling Channel

GREEN TELLING CHANNEL

Meteo