BIOLOGICO BENE MA…, FINO A DOMENICA A BOLOGNA IL 34° “SANA”

BIOLOGICO BENE MA…, FINO A DOMENICA A BOLOGNA IL 34° “SANA”

L’Italia è leader del bio, dove screscono superfici e imprese (+40% in 5 anni), ma per la situazione contingente e l’inflazione (+8,4%) le vendite sono in calo (-0,5%). C’è inoltre un ulteriore problema che però coinvolge tutto il settore primario, cioè gli oltre 3 miliardi di danni causati dall’ultima siccità. In questo quadro il biologico è un’opportunità: è quanto sta emergendo alla 34^ edizione del SANA 2022, a BolognaFiere fino a domenica, tornato dopo la pandemia ad essere uno dei punti di riferimento del sistema bio Italia.

Il nostro Paese vanta la più alta percentuale di superfici organiche sul totale, con oltre 2 milioni di ettari, il 16% rispetto al 10% di Spagna e Germania, al 9% della Francia. Ma soprattutto, il comparto cattura Co2 per eccellenza, vede l’Italia del bio crescere a ritmi importanti (superfici e imprese bio a +40% negli ultimi 5 anni) e tali da far prevedere il raggiungimento dei 3 milioni di ettari entro il 2030, centrando così il target del Green Deal Ue del 25% di superfici a bio, raggiunto già da Calabria, Sicilia, Toscana e Lazio.

Il mercato del biologico Made in Italy vale quasi 5 miliardi di euro; i comparti più forti sono l’ortofrutticolo che da solo fa il 46,1%, i vigneti (+9,2%) e noccioleti (+12,5%), grano duro (+5,9%) e tenero (+15,4%) con i seminativi a fare da soli il 45% della Sau (superficie agricola utilizzabile) bio, mentre si riduce, ma di poco, la superficie ad agrumi (fino a -17%) e restano stabili prati e pascoli (-0,8%). Tutti comunque compromessi dalle calamità, dalle tensioni per la guerra in Ucraina e per quella dei prezzi, criticità che fanno danni dal campo alla tavola e vanno svuotando il carrello anche del bio (vendite giù dello 0,5% nella Gdo in questo 2022).

Occorre quindi costruire una grande campagna che tuteli il biologico da quest’impasse inflazionistica, come ha rimarcato il presidente Fini di CIA-Agricoltori, e ne faccia il motore del cambiamento, puntando su qualità e ruolo del settore, e su uno sviluppo integrato che coinvolga nel territorio, associazioni, istituzioni e imprese.

Share:

Pubblicazione1

Related Posts

4-5 FEBBRAIO, VERONA, “AMARONE OPERA PRIMA”: AL VIA I FESTEGGIAMENTI PER I 90 ANNI DI CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR

4-5 FEBBRAIO, VERONA, “AMARONE OPERA PRIMA”: AL VIA I FESTEGGIAMENTI PER I 90 ANNI DI CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR

ITALIA SEMPRE PIÙ DOP, INCORONATO IL CEDRO DI CALABRIA

ITALIA SEMPRE PIÙ DOP, INCORONATO IL CEDRO DI CALABRIA

IL MADE IN ITALY BIO NEL MONDO ED IN SCANDINAVIA

IL MADE IN ITALY BIO NEL MONDO ED IN SCANDINAVIA

GRILLI NEL PIATTO: OCCORRE BUONSENSO

GRILLI NEL PIATTO: OCCORRE BUONSENSO

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Green Telling Channel

GREEN TELLING CHANNEL

Meteo