DANTE ALIGHIERI, IL POLESINE E LA NUOVA “GRANDE ROVRA”

DANTE ALIGHIERI, IL POLESINE E LA NUOVA “GRANDE ROVRA”

Una piccola quercia, giovane virgulto nato dalle radici della “Grande Rovra” e popolarmente conosciuta come “La Quercia di Dante”, è stata messa a dimora nell’area dove, sino alla notte tra il 24 e il 25 giugno 2013, svettava la sua maestosa antenata, che purtroppo collassò dopo un violento temporale. La nuova quercia tramanderà, di generazione in generazione, la storia del Poeta, del quale festeggiamo il 7° centenario della morte che, perdendosi in questo che era un fitto bosco, smarrì la via. E che, arrampicandosi sull’albero riuscì a ritrovarla. Se dovesse vivere quanto la “Grande Rovra” arriverà a vigilare su un mondo difficile da immaginare. Come del resto è accaduto per la Quercia di Dante: nata in una intricata foresta e in una terra d’acque percorsa da pochi coraggiosi che sfidavano la malaria, e morta nel vuoto di campi piallati e seminati, sorvolata e assediata da strane scatole di metallo, infinitamente più veloci e rumorose del “cavallo di San Francesco” che era il mezzo di locomozione dei suoi tempi. Al vicino Centro Visite di San Basilio la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo offre ai visitatori l’opportunità di conoscere meglio la storia della Quercia di Dante. Fondazione ha, a questo fine, acquistato la grande opera di Brigitte Brand che illustra il connubio tra Dante e la Grande Quercia. La tela sarà infatti esposta in San Basilio. San Basilio avrà anche a disposizione le immagini della campagna fotografica realizzata da Aldo Pavan, fotografo che lavora per riviste turistiche come “Qui Touring” o “Bell’Italia”, per illustrare ai visitatori l’ambiente di quel braccio del Po, e i punti di interesse che, a piedi o noleggiando in loco una bicicletta, il turista è invitato a raggiungere.

Share:

Pubblicazione1

Related Posts

SUL 10% DELLE SPIAGGIE ITALIANE SVENTOLA LA BANDIERA BLU

SUL 10% DELLE SPIAGGIE ITALIANE SVENTOLA LA BANDIERA BLU

UGENTO (LE), 300 ETTARI DI ULIVO IN FIAMME

UGENTO (LE), 300 ETTARI DI ULIVO IN FIAMME

PIRANDELLO, NASCE “1934” PER CELEBRARE IL NOBEL AL DRAMMATURGO AGRIGENTINO

PIRANDELLO, NASCE “1934” PER CELEBRARE IL NOBEL AL DRAMMATURGO AGRIGENTINO

CARNI E SALUMI, RUGGERO LENTI NUOVO PRESIDENTE ASSICA

CARNI E SALUMI, RUGGERO LENTI NUOVO PRESIDENTE ASSICA

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Green Telling Channel

Meteo