GENNAIO, AGROALIMENTARE, VENDITE IN USA -17,4%. MA RESTANO 3° MERCATO DI SBOCCO

GENNAIO, AGROALIMENTARE, VENDITE IN USA -17,4%. MA RESTANO 3° MERCATO DI SBOCCO

Preoccupa il dato: – 5% annuo sui mercati esteri nel mese di gennaio. In calo tutti i principali mercati, dal Regno Unito (-27,8%) agli Stati Uniti (-17,4%), dalla Francia (-10,5%) alla Germania (-1,5%). Fa eccezione il Giappone, +7,7%. In flessione però anche le importazioni; il saldo produce quindi un surplus della bilancia agroalimentare che, in termini assoluti, vale 139 milioni di euro e consente all’Italia di confermarsi a gennaio esportatore netto di cibo e bevande. Diventa sempre più importante, spiega CIA-Agricoltori, dare risposte nuove alle imprese del settore che combattono tuttora con la situazione pandemica. Ed è sempre più urgente favorire tra Paesi accordi commerciali multilaterali e bilaterali, a cominciare dagli Stati Uniti. Un mercato questo che continua ad essere assolutamente strategico per l’export di cibo e bevande tricolori, con un valore complessivo di 4,9 miliardi nel 2020 (+5%). Oggi ben l’11% dei prodotti agroalimentari Made in Italy finisce sulle tavole dei consumatori americani, con una crescita delle esportazioni che ha segnato nell’ultimo decennio quota +118%, guidata dall’ortofrutta trasformata (+143%), pasta e simili (+82%) e vino (+77%).

Share:

Pubblicazione1

Related Posts

SUL 10% DELLE SPIAGGIE ITALIANE SVENTOLA LA BANDIERA BLU

SUL 10% DELLE SPIAGGIE ITALIANE SVENTOLA LA BANDIERA BLU

UGENTO (LE), 300 ETTARI DI ULIVO IN FIAMME

UGENTO (LE), 300 ETTARI DI ULIVO IN FIAMME

PIRANDELLO, NASCE “1934” PER CELEBRARE IL NOBEL AL DRAMMATURGO AGRIGENTINO

PIRANDELLO, NASCE “1934” PER CELEBRARE IL NOBEL AL DRAMMATURGO AGRIGENTINO

CARNI E SALUMI, RUGGERO LENTI NUOVO PRESIDENTE ASSICA

CARNI E SALUMI, RUGGERO LENTI NUOVO PRESIDENTE ASSICA

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Green Telling Channel

Meteo