CERTIFICAZIONE MADE GREEN IN ITALY, CSQA PRIMO ORGANISMO ACCREDITATO

CERTIFICAZIONE MADE GREEN IN ITALY, CSQA PRIMO ORGANISMO ACCREDITATO

Il CSQA, prestigioso istituto di certificazione con sede a Thiene (VI), leader nell’agroalimentare, ha rilasciato la prima certificazione “Made Green in Italy” a PG Plast relativamente ad alcune borse multiuso in polietilene (PE). CSQA è il primo Organismo di Certificazione ad ottenere l’accreditamento da ACCREDIA per il Made Green in Italy. Cerchiamo di capire. Made Green in Italy è lo schema nazionale volontario promosso e sviluppato dal Ministero dell’Ambiente per la valutazione e la comunicazione dell’impronta ambientale dei prodotti.  La sua adozione intende: promuovere modelli sostenibili di produzione e consumo e contribuire ad attuare le indicazioni della relativa strategia definita dalla Commissione Europea; stimolare il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali dei prodotti e, in particolare, la riduzione degli impatti ambientali che questi generano durante il loro ciclo di vita; favorire scelte informate e consapevoli da parte dei cittadini, nella prospettiva di promuovere lo sviluppo del consumo sostenibile, garantendo la trasparenza e la comparabilità delle prestazioni ambientali di tali prodotti; rafforzare l’immagine, il richiamo e l’impatto comunicativo dei prodotti “Made in Italy” al fine di sostenerne la competitività sui mercati nazionali e internazionali e, infine, definire le modalità più efficaci per valutare e comunicare l’impronta ambientale dei prodotti del sistema produttivo italiano, attraverso l’adozione del metodo PEF  – Product Environmental Footprint  –  associandovi aspetti di tracciabilità, qualità ambientale, qualità del paesaggio e sostenibilità sociale. Vi possono aderire i prodotti Made in Italy che presentano prestazioni ambientali pari o superiori ai benchmark di riferimento, la valutazione delle quali è effettuata secondo la metodologia PEF (Product Environmental Footprint).  L’adesione allo schema è limitata a quei prodotti per i quali esiste una RCP (Regola di Categoria di Prodotto) in corso di validità. In tali RCP sono riportate le indicazioni metodologiche rilasciate dal Ministero dell’Ambiente, in merito a regole e requisiti necessari alla conduzione di studi PEF per una specifica categoria di prodotto. “Questo importante progetto” – dichiara Maria Chiara Ferrarese, Vicedirettore CSQA, “è nato dalla fattiva collaborazione fra tutte le parti coinvolte e conferma la capacità innovativa di CSQA, anche in settori diversi dall’agroalimentare”. CSQA, come detto, è un Organismo di Certificazione che svolge attività di certificazione, ispezione, assessment e formazione, attivo nei settori dell’Agroalimentare e Packaging, dei Beni di Consumo, della Ristorazione, dei Servizi Tecnici e Professionali, Information Technology, Biologico, Sostenibilità, Foreste, Legno & Carta, Servizi alla Persona e della Pubblica Amministrazione. CSQA, realtà controllata dall’Agenzia regionale Veneto Agricoltura, è il principale Organismo di Certificazione in Italia nel settore agricolo e alimentare con oltre 68 prodotti DOP, IGP, STG controllati e decine di migliaia di aziende certificate in ambito

Share:

Pubblicazione1

Related Posts

SUL 10% DELLE SPIAGGIE ITALIANE SVENTOLA LA BANDIERA BLU

SUL 10% DELLE SPIAGGIE ITALIANE SVENTOLA LA BANDIERA BLU

UGENTO (LE), 300 ETTARI DI ULIVO IN FIAMME

UGENTO (LE), 300 ETTARI DI ULIVO IN FIAMME

PIRANDELLO, NASCE “1934” PER CELEBRARE IL NOBEL AL DRAMMATURGO AGRIGENTINO

PIRANDELLO, NASCE “1934” PER CELEBRARE IL NOBEL AL DRAMMATURGO AGRIGENTINO

CARNI E SALUMI, RUGGERO LENTI NUOVO PRESIDENTE ASSICA

CARNI E SALUMI, RUGGERO LENTI NUOVO PRESIDENTE ASSICA

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Green Telling Channel

Meteo